HOME PAGE

I menni

Giordana Contri e Adele Manfredini
Riolunato


Ā«I menni, un piatto tipico che i nostri
vecchi mangiavano generalmente
di mattina: la loro colazioneĀ»



tempi di cottura
10 minuti

ingredienti per 4 persone
250 g di farina di castagne
1 l di acqua
1 cucchiaino di sale fino
400 ml di latte oppure 350 g di panna o ricotta

per il condimento
300 g di strutto di buona qualità
300 g di burro
una noce di margarina


preparazione
Per preparare i menni è necessario innanzitutto setacciare la farina di castagno per togliere eventuali grumi. Si fa quindi bollire con un bollore leggero l'acqua poco salata, tenendo sempre la fiamma bassa. Quando bolle, aggiungere a poco a poco la farina, facendo attenzione che non si formino grumi, i munari in dialetto, senza smettere mai di mescolare con la frusta. La farina di castagno non deve cuocere molto: dieci minuti, non di più. L'impasto deve avere la consistenza di una sorta di colla.
Quando l'impasto è pronto, si può servire nei piatti come se fosse una minestra, e lasciato raffreddare un poco. Successivamente si versa sopra un po' di latte freddo oppure, a piacere, panna fresca o ricotta. è importante fare questa operazione al momento giusto, cioè quando i menni hanno fatto un po' di pellicina. Il latte deve rimanere sopra, galleggiando, e non deve mescolarsi all'impasto sottostante.
Se avanzano, quando sono freddi i menni possono essere tagliati a pezzi un po' grandi e fritti nell'olio. C'è chi, anzi, ne prepara una dose un po' più abbondante per averne poi abbastanza da friggere in un secondo tempo. Un'usanza di queste parti è quella di fare una croce sopra all'impasto prima di tagliarlo.